FederGEV Emilia-Romagna

Vai ai contenuti

Menu principale:

Bologna

I Raggruppamenti

C.P.G.E.V. Bologna
Codice Fiscale: 92018150372 Sito WEB: www.gevbologna.org  e-mail: corpo@gev.bologna.it
Il 16 settembre 1985 iniziava il 1° corso per GEV
in sala Zodiaco - Provincia di Bologna. Il 1 Marzo 1988 veniva formalmente costituito davanti al Notaio il CORPO PROVINCIALE GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE.  Attualmente è formato da circa 380 volontari G.E.V. e agisce sulla base dei poteri conferiti dalla L.R. 23/89.  Ha la propria Sede Provinciale presso VILLA TAMBA Via Selva Pescarola 26 - 40131 BOLOGNATelefono e Telefax: 051-6347464, operativamente è dotato di sedi decentrate a Bologna, Imola, San Lazzzaro di Savena, Casalecchio di Reno e Monteveglio, San Giovanni in Persiceto, Castel di Casio/Castiglion dei Pepoli.
Iscritto al Registro Regionale del Volontariato,
istituito ai sensi della legge 11.8.91 n. 266, con decreto n. 823 del 23.11.92 del Presidente della Giunta della Regione Emilia Romagna
Iscritto nell'elenco Nazionale del Dipartimento della Protezione Civile
con di protocollo N. DPC/VRE/0049217 del 3-10-2005. Affiliato alla FEDERGEV ITALIA Associazione di Protezione Ambientale riconosciuta dal "Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare"
Presidente: Franco Presti,
 Vice Presidente: Roberto Merli
Tesoriere: Francesco Lapolla
,  Segretario: Valerio Minarelli (con la collaborazione di Francesco Pipitone)
Delegato FederGEV Emilia-Romagna: Valerio Minarelli

Leggi "il Gufo" Notiziario delle GEV di Bologna >>>il Gufo n.3 di Settembre 2016<<<

PROGRAMMA GIORNATE FORMATIVE per tutte le GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE del CPGEV Bologna:
PROGRAMMA, PRIMO MODULO in Data: Giovedi 30 marzo 2017
Orario: dalle 18:00 alle ore 20:30
Sede: Sala Piazza , via Marco Polo 3 - Centro civico Lame - Bologna
Argomento: La tutela della biodiversità a livello globale e locale
Relatore: Monica Palazzini (Regione Emilia Romagna )
SECONDO MODULO in Data: Giovedi 11 maggio 2017
TERZO MODULO in Data: Sabato 13 maggio 2017 e seguirà un QUARTO MODULO. Comunicare alle Sedi la propria partecipazione.

Torna ai contenuti | Torna al menu